Home

La scuola in corsia

Salute e istruzione sono diritti fondamentali e necessari per poter garantire futuro e benessere alla nostra società.

I bambini e i ragazzi che affrontano un ricovero ospedaliero hanno sia il diritto di essere curati, sia il diritto di non vedere interrotto il percorso educativo e didattico intrapreso nelle scuole di provenienza.

Gli insegnanti che svolgono la loro attività in ospedale permettono agli alunni di tenere il passo con i compagni di scuola, proponendo attività conformi con i programmi affrontati dai loro docenti, seppur veicolate con modalità didattiche necessariamente peculiari e congeniali con l'ambiente ospedaliero.

La scuola opera in cinque reparti del Presidio Ospedale dei bambini, funzionante presso gli Spedali Civili di Brescia:

Chirurgia,
Pediatria est (Oncoematologia),
Neuropsichiatria,
Pediatria ovest,
Ortopedia/ Otorino.

I reparti sono collocati in padiglioni e piani diversi della struttura ospedaliera e hanno un numero variabile di posti letto. Offrono cure in regime di day-hospital e in degenza breve, media, lunga (oltre 15 giorni).

La scuola dell'infanzia, la scuola primaria e la scuola secondaria di I grado fanno parte dell'Istituto Comprensivo Centro 3 che ha sede a Brescia, in via dei Mille 4b.


Obiettivi formativi

Gli utenti della scuola ospedaliera sono bambini e ragazzi con un'età che va dai 3 ai 16 anni, provenienti in gran parte dalla provincia di Brescia e da province della Regione Lombardia, ma anche da altre regioni d'Italia e perfino dall'estero. La presenza di numerose variabili, relative all'età, alla patologia, al percorso formativo, impone interventi diversificati, personalizzati e mirati; richiede elasticità sul piano del rapporto educativo e identificazione di obiettivi didattici a breve o medio termine, legati sempre e comunque allo stato di salute del bambino.

I docenti garantiscono la continuità scolastica e rispondono ai bisogni formativi individuali. Il loro intervento consente di mantenere il contatto fra l'alunno e la normalità quotidiana integrando i percorsi formativi e terapeutici anche con il contributo delle nuove tecnologie. La scuola aiuta a recuperare l'autonomia e la fiducia nelle proprie capacità, diventando parte integrante della terapia.


Normativa e riferimenti

La presenza della scuola presso gli Spedali Civili di Brescia è regolamentata da un protocollo triennale sottoscritto nel 2016 con la Direzione degli Spedali stessi: Convenzione 2016-2019.

Il protocollo tiene conto degli accordi stipulati il 20 gennaio 2015 dall’Ufficio Scolastico Regionale e dalla Direzione Regionale Sanitaria cfr. http://www.istruzione.lombardia.gov.it/wp-content/uploads/2015/01/SCUOLA-IN-OSPEDALE-Protocollo-Intesa-RL_URS-1.pdf.

Nel 2018, inoltre, le Scuole in Ospedale della Lombardia hanno firmato un accordo di rete, che prevede delle sotto-reti; per Brescia la scuola capofila è l’IIS Benedetto Castelli (http://www.iiscastelli.gov.it/pager.aspx?Page=ospedale).

Si vedano infine per ulteriori approfondimenti il sito delle Scuole Ospedaliere in Lombardia (http://www.hshlombardia.it/) e le ultime circolari dell’Ufficio Scolastico Regionale rispettivamente dedicate alle Scuole in Ospedale in Lombardia e all’Istruzione Domiciliare per il 2018-2019 (http://usr.istruzione.lombardia.gov.it/25677 e http://usr.istruzione.lombardia.gov.it/20181001prot25666/).