285 visualizzazioni

get-help2

Le Migrazioni – nello spazio e nel tempo

La storia dell’uomo è caratterizzata da una costante mobilità di singoli, di gruppi, talvolta di interi popoli, da una regione all’altra della terra, alla ricerca di migliori condizioni di vita.
Se quella economica fu la causa prima dei movimenti migratori, adesso altre ragioni danno impulso a questo fenomeno: guerre, conflitti sociali, intolleranza religiosa.
Dall’antica diaspora del popolo ebraico, conseguente alla conquista romana della Palestina, fino al dramma recente del popolo curdo, eritreo, siriano.
Passano i secoli, scorrono gli anni, ma la migrazione resta un fenomeno persistente e che direttamente o indirettamente coinvolge tutti noi.
L’Europa in questi ultimi anni, e specialmente adesso, è al centro dei processi migratori mondiali.
Ormai quando si parla d’Europa, non significa più circoscriversi attorno a tematiche interne  e racchiuse  entro i confini dell’Unione: parlare d’Europa vuol dire, anche, focalizzarsi in special modo su quelle problematiche “esterne” nei confronti delle quali l’Unione Europea è chiamata a presentare una risposta.
Proprio in merito ai recenti  e tristi avvenimenti, un  intero continente non può chiudere gli occhi, dinanzi a una situazione che ormai ha messo a dura prova anche gli equilibri dei singoli stati.
In alcuni casi,  purtroppo si è assistito anche alla nascita di economie illegali che traggono giovamento proprio dallo sfruttamento della tragedia umana.
Nel  nel nostro vissuto nazionale la tematica riguardante la migrazione è sempre stato un tema molto sensibile.
La Storia italiana è fatta di migrazione secolare, che ha visto intere regioni, nel corso di secoli, da nord a sud, svuotarsi alla ricerca di destinazioni che potessero offrire opportunità migliori.
La stessa labilità e incapacità dell’Europa nel gestire e fronteggiare  in maniera compatta e solidale  un fenomeno sociale come la migrazione viene proprio messa in evidenza ai giorni nostri, non riuscendo a organizzare un piano di supporto e di aiuto, soprattutto nei confronti di quelle nazioni,  che si trovano a fronteggiare quotidianamente in prima linea questo fenomeno, sia per la posizione geografica che occupano, sia  per la vicinanza a zone di guerra o di povertà.
Prof. Sergio Mirabile
 
CONVEGNO
A conclusione di un percorso impegnativo che ha visto protagoniste le classi seconde, è stato fatto un Convegno in cui sono stati presentati dai ragazzi i risultati delle riflessioni fatte durante il lavoro interdisciplinare.

 

Lavori realizzati dagli alunni delle classi seconde:
francese – visualizza –>
geografia 2B –>
matematica –>
intro 2C
video 2C
storia 2A