597 visualizzazioni

emergency

La Scuola Mompiani incontra “Emergency”

Noi ragazzi delle terze della scuola “Mompiani” abbiamo partecipato a un progetto organizzato dalla nostra professoressa di lettere con l’associazione “Emergency” per riflettere sulla situazione dei Paesi in guerra e sull’evoluzione della guerra dopo il secondo conflitto mondiale.

Questa associazione aiuta le vittime della guerra, che, in tali occasioni, possono essere mutilati, in gravi condizioni e quindi con bisogno di operazioni chirurgiche o addirittura di protesi, e, sempre, di assistenza, quindi costruiscono centri ospedalieri dove insegnano ai medici, agli infermieri e al personale locale le tecniche per curare i feriti, per poi affidarli a loro e spostarsi in altre zone dove c’è bisogno della loro presenza.

In questo percorso siamo stati seguiti da Annamaria Lanzoni, che fa la volontaria da circa due anni. Durante la prima lezione ci ha spiegato in quali Paesi siano presenti: negli Stati dove c’è ancora la guerra, o conflitti locali che sono delle vere guerre civili, ma anche in nazioni in pace, come l’Italia, con situazioni stabili e democratiche, ma dove le difficoltà economiche e la forte immigrazione non permettono ai governi di prendersi cura di tutti.

Abbiamo capito che la maggior parte delle vittime di guerra oggi sono i civili e non più i soldati, e che molti ordigni vengono fabbricati apposta per ferire e rendere invalidi i bambini e i ragazzi, così il futuro del popolo a cui appartengono è spezzato per sempre.
Durante il secondo incontro abbiamo partecipato a un gioco a squadre per riflettere e conoscere meglio la “Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo”, approvata dall’assemblea delle Nazioni Unite il 10 dicembre del 1948, dopo averla letta e analizzata in classe.
È stato interessante partecipare a questo percorso, perché è importante parlare con esperti che ci portano dentro le situazioni che studiamo, così abbiamo notizie aggiornate e molto più vive e interessanti che non leggerle solo sui libri.
Stella e Amina

Insegnante: Federica Bottari

Fonte video: https://www.youtube.com/channel/UCwYoaqwwyiigxVCHiKg2fVw