727 visualizzazioni

cividale

CIVIDALE DEL FRIULI – viaggio d’istruzione delle classi prime – diario di bordo e commenti

 Diario di bordo e commenti - classe 1A

Diario di Bordo di Gianluca Lucini

Martedì 22 marzo alle 6.30 siamo finalmente partiti per la gita a Cividale del Friuli.

Non mancava nessuno. Del resto, come mancare ad un evento così importante.

Le tre ore di viaggio sono state divertenti ma lunghe. Per fortuna c'è stata una tappa ad Udine per il pranzo.

Subito dopo siamo arrivati a Cividale.

Siamo andati a visitare dei musei dedicati ai Longobardi.

Uffa, dopo un po' era difficile seguire tutto, troppa roba …

La cosa più interessante che ho trovato è stata il ponte del Diavolo. Prende il nome dal suo costruttore, il Diavolo in persona.

Finalmente in Hotel dove hanno assegnato le camere. Ho avuto fortuna, sono finito in camera con Saverio. D'altronde dovevamo sceglierle noi. La mia era una camera da due, a dir la verità avrei preferito quella da tre.

Tempo di metterci a posto, siamo andati in pizzeria. E' stato divertente ma la pizza non mi è piaciuta, del resto il Friulì non è il posto migliore per mangiare la pizza.

In hotel ad un certo orario ci hanno ritirato il telefono. Per fortuna però, avevamo la televisione.

Al risveglio tutti erano molto indaffarati a prepararsi. Avevamo tutti una gran voglia di andare per musei. Ahhahahah, non è vero. Però è stato interessante lo stesso visitare Aquileia e la sua basilica.

Rispetto al museo, la visita è stata meno pesante perché c'era più possibilità di movimento. Era molto grande, quello che ricordo meglio sono i mosaici pavimentali.

Dopo la pausa pranzo siamo ripartiti per musei e abbiamo concluso la visita ad Aquileia.

A quel punto siamo partiti per tornare a casa.

Sulla strada però ci siamo fermati a Grado, così siamo potuti andare a vedere il mare dal pontile di una spiaggia.

Bella la gita, mi è piaciuta molto. Peccato per il mio telefono sequestrato ...


 

Ascoltiamo i ragazzi

Cividale del Friuli - Aquileia
22 - 23 marzo 2016

viaggio-d'istruzione-classi-prime